Antonio Ferraioli, patron del ristorante in questione, ha voluto fortemente un nome significativo per il suo ristorante: Antichi Sapori Scafati. Un messaggio chiaro e preciso a significare la volontà di non venir meno alla tradizione del luogo che effettivamente merita di essere divulgata così com'è, senza troppe manipolazioni. L'ingresso del ristorante Antichi Sapori, coerentemente con il nome, è rustico, tanto da assomigliare ad una cascina di campagna: un'insegna vintage, due ruote di vecchi carri e una pergola con vecchie tegole a riparare gli avventori in caso di clima avverso (difficile da queste parti). L’ambiente interno, suddiviso in tre sale più uno spazio esterno di 30 posti da utilizzare in estate, è caratterizzato dal piacevole avvicendamento di legno e pietra, un'alternanza di colori e luci che, pur appartenendo alla tipica atmosfera rustica, non manca di essere infondere eleganza e pulizia. Il braciere a vista dove vengono preparati gli arrosti potrebbe far pensare che Antichi Sapori sia un ristorante di carne e solo di carne. Nulla di più lontano dal vero. Antonio Ferraioli, infatti, nel suo ristorante non ha voluto rinunciare all'idea di portare la geografia in tavola, come a testimoniare che la propria collocazione territoriale tra la terra e il mare non è affatto un caso. Così, quando da ora in poi parleremo di grigliata, non si dovrà pensare solo all'ottima carne preparata in modo magistrale, ma anche all'ottimo pesce che il tirreno offre in modo generoso.

Leggi tutto: Ristorante Antichi sapori scafati